Aria aperta, insetti e tecniche di “sopravvivenza” – Fratelli Ongaro